"non esiste l'ultimo libro, ma solo il più recente"
"non esiste l'ultimo libro, ma solo il più recente"
librerie di Roma  /  
18 Aprile 2020

Quando presi “La giornata d’uno scrutatore” di Italo Calvino alla Simon Tanner

La giornata d’uno scrutatore, di Italo Calvino (Torino, Einaudi, 1963).

ROMA LIBRERIA SIMON TANNER – Via Lidia – Sabato 18 Aprile 2020 Confinato in casa per emergenza sanitaria, presento un ritrovamento precedente fatto nella libreria delle occasioni in oggetto, ove era stato avvistato, in prima edizione, un libro di Italo Calvino: La giornata d’uno scrutatore, che fu pubblicato da Einaudi il 28 febbraio 1963. Si tratta di un romanzo breve, in cui un intellettuale comunista viene chiamato in una giornata di domenica a fare da scrutatore in un seggio elettorale, situato all’interno del famoso Cottolengo di Torino. Il libro, rilegato in tela editoriale e con sovraccoperta illustrata da un disegno di Paul Klee, era prezzato, in condizioni perfette, a 15 € (E. P.)

Qui la copia più conveniente in vendita su eBay al costo di 19,40 €

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Spartiti originali di Lucio Battisti e Mogol su eBay

Spartiti originali di Lucio Battisti e Mogol (anni 1970-72) compaiono in asta su eBay; pubblicazioni rare e ricercate per gli storici della musica leggera e gli appassionati collezionisti di cimeli musicali del duo che ha rivoluzionato i testi musicali in Italia.

“Diario Mexicano” di Mario Benedetti e Zlata Maltarić (2005): solo 30 esemplari per un libro d’artista in balla di iuta

Solo 30 esemplari prodotti per questo straordinario libro d’artista dell’incisore e pittore Mario Benedetti, con testi di Zlata Maltarić, curato dalla Grafica Uno di Giorgio Upiglio.

Il libri dell’ex “biscazziere” Giovanni Bruzzi vanno a ruba

Un personaggio davvero insolito Giovanni Bruzzi, fiorentino, un passato di biscazziere che racconta in un libro;
consulente d’eccezione nelle scene di gioco per i film di Pupi Avati “Regalo di Natale” e “La rivincita di Natale”. I suoi libri si sono fatti rari.