"Se un libro scompare, magari vuole solo essere lasciato in pace"

Una “visione” su eBay

Un libro del XX secolo “scomunicato dalla Chiesa”, praticamente scomparso da anni, ed eccolo improvvisamente in vendita su eBay. Si tratta di Il Natale ha 5000 anni, di Francesco Saba Sardi (Milano, Sugar, 1958). Libro in un bellissimo astuccio decorato.

Fu pubblicato nel 1958 (una scheda OPAC SBN direbbe 1957 ma si suppone sia sbagliata) e qualcuno afferma che il libro sia ritirato dalle librerie dopo circa un annetto dall’uscita. In particolare ad attaccarlo era stata La Civiltà Cattolica (la rivista dei Gesuiti) di Padre Enrico Rosa.

Francesco Saba Sardi (scomparso nel 2012) è stato uno scrittore e un traduttore dall’inglese, tedesco, francese, spagnolo, portoghese, danese e serbo-croato (era uno straordinario poliglotta), noto in particolare per aver tradotto autori come: Goethe, Hermann Hesse, Victor Hugo, Marguerite Yourcenar, Melville, Bram Stoker, Hans Christian Andersen, Cervantes, tra gli altri.

Di lui ci sono molti libri interessanti, alcuni praticamente introvabili. Qualche cacciatore di libri lo tiene nel mirino da anni ed è sempre pronto a spulciare la rete in cerca delle sue “perle”.

 

Ma di cosa parla il libro sul Natale?

E’ un’antologia di vari scritti antichi, che vengono comparati, e da questa comparazione si cerca di dimostrare – in estrema sintesi – che la concezione del “Natale” è preesistente al Cristianesimo. Ecco un brevissimo ma efficace estratto del libro con il pieno pensiero dell’autore:

«Il Natale è un mito che sorge nell’impero eurasiatico quando nell’età neolitica l’umanità passa dal nomadismo alla Civiltà Cattolica e alla stanzialità. La società stanziale inventò l’agricoltura, l’allevamento di bestiame, il maschilismo e il potere. La necessità di una società organizzata richiese l’istituzione di una gerarchia che veniva ordinata soprattutto dal cielo con l’idea della divinità».

Una simile presa di posizione deve avere urtato moltissimo Padre Enrico Rosa. Riporto uno stralcio da La Civiltà Cattolica (1959, anno 110°, vol I,  pag. 509) che dimostra come sia stata recepita dall’altro capo la posizione sopra espressa:

“Il Saba Sardi, pubblicando questa raccolta di testi, intende «provare in primo luogo che il mito dell’avvento cristiano non è affatto una creazione isolata e originale, bensì frutto di sincretismo. Esso è un convergere di elementi elaborati nel corso dei secoli nell’ambito del mondo mediterraneo» e, in secondo luogo, «che, nell’ambito del mito cristiano, esistono differenze sostanziali, riconducibili grosso modo all’antitesi di atteggiamento gnostico e atteggiamento millenaristico» […]”.

Stando così le cose, come poteva passarla liscia Saba Sardi? Infatti il libro fu del tutto boicottato e non ha avuto anni facili. Sebbene Sugar lo abbia perfino ristampato nel 1960.

 

L’edizione più recente

Il Natale ha 5000 anni, di Francesco Saba Sardi (Milano, Bevivino, 2007)

L’interessante editore milanese Bevivino ha editato il libro di Francesco Saba Sardi nel 2007.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Disponibilità dei titoli citati (sempre aggiornato)

 

 

 

 

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Federico Caffè: da una scomparsa in “stile Majorana” ai suoi opuscoli sui libri di Luigi Einaudi

Dal “caso” della scomparsa dell’economista abruzzese Federico Caffè nel 1987 (mai più ritrovato), con i libri di riferimento sia sull’attività accademica che sulla misteriosa vicenda, ad alcuni opuscoli che ci parlano del suo interesse per i libri di Giulio Einaudi.

Qualche libro in tiratura limitata della Biblohaus in asta su Catawiki

Edizioni speciali, numerate, limitate della casa editrice Biblohaus in asta su Catawiki. Molto materiale esaurito.

In atto una vera e propria moltiplicazione di “Mandarini marci”!

“Il Mandarino è marcio”, di Mimmo Scarano e Maurizio De Luca (Editori Riuniti, 1985) è un libro sull’affare Moro che fino a qualche tempo fa era piuttosto raro, ricercato e, in un periodo ben preciso, del tutto introvabile. Adesso diverse copie sono disponibili sul sito d’aste online eBay, a prezzi sostenuti.

“Ritratto di ignoto: un artista chiamato Banksy” e una rara cartolina di legno di Peckham Rock (quella che fu affissa clandestinamente al British Museum)

Oltre al catalogo della mostra in corso al Palazzo Trinacria di Palermo, il lotto comprende un raro ed esclusivo esemplare della cosiddetta Peckham Rock., quell’opera che, in originale, fu, di nascosto, esposta da Banksy nel 2005 al British Museum e lì rimase per tre giorni, senza che nessuno la notasse. Nel 2018 è stata nuovamente esposta nell’ambito di una mostra tematica e, in quell’occasione, furono vendute le poche cartoline in legno prodotte dell’opera, ambitissime dai collezionisti.