"non esiste l'ultimo libro, ma solo il più recente"
"non esiste l'ultimo libro, ma solo il più recente"
piccole perle  /  
05 Dicembre 2020

Un’opera di Montaigne illustrata da Salvador Dalí con dedica e disegnino personale al Marchese Giuseppe Roi di Vicenza (1948)

Essays of Michel De Montaigne, illustrato da Salvador Dalí (Garden City, NY, Doubleday, 1947).

Il libro in asta su Catawiki

Libro disegnato da David Leach; illustrato da Salvador Dalì (1904-1989) nel 1947. Libro di 472 pagine, con una dedica di Salvador Dalí alla prima pagina. Edizione numerata di mille esemplari.

Il libro contiene anche ritagli di giornali italiani riguardanti il grande maestro spagnolo e il suo rapporto con l’Italia.

 

 

 

 

Perché questa specifica copia è importante

La copia in vendita fu donata da Salvador Dalì al Marchese Giuseppe Roi (1924-2009), vicentino, nipote dello scrittore Antonio Fogazzaro. Fondatore ed animatore della Fondazione che porta il suo nome, rivolta alla diffusione della cultura e dell’arte. Era nato nel 1924 – curiosamente, anche suo padre, suo nonno e suo bisnonno si chiamavano Giuseppe. Dette grande impulso alla sua città, non solo alla cultura ma anche al turismo. Da sempre frequentò le massime personalità del mondo politico, mondano, culturale ed artistico. Si intratteneva con regnanti, scienziati e artisti. Morì nel 2009 lasciando un enorme vuoto nella vita sociale e culturale della sua città.
La dedica, la firma e il disegnino nel libro furono il personale ringraziamento di Salvador Dalì  al Marchese e alla sua famiglia per l’ospitalità ricevuta presso la Villa Roi di Montegalda nel 1948. Il grande artista apprezzò molto quei giorni di relax immerso tra le ville del Palladio, in un periodo in cui stava preparando e ideando la sua celebre opera La Vierge de Port Lligat. Ed era venuto apposta in Italia per trarre ispirazione dalle architettura neoclassiche del Palladio.

Notare bene: La dedica recita “A BOSO”. Boso era il soprannome del Marchese. Racconta la leggenda che un giorno il padre del marchese, al cinematografo, vide un un film in cui il giovane protagonista – un bambino che assomigliavo tantissimo a suo figlio – si chiamava Boso. E gli piacque così tanto che da allora chiamò sempre il figlio con quel nomignolo.

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

4 libri molto anni ’70: erotismo, frigidità, ninfomania, perversione

quattro libri, tutti piuttosto rari (due addirittura rarissimi/introvabili), molto “anni ’70” sulla tematica del sesso: classicamente pruriginosi, proibiti, che sfidano ogni tabù dell’epoca. E molto politicamente scorretti. L’editore è ben conosciuto per l’epoca, la E. S. A. P. di Roma, che si contraddistingue nell’ambito della controcultura a sfondo sessuale.

“Il mercante di Picasso” di Pierre Assouline, ma non a 3.500 €!

ROMA ZONA PRATI – Bancarelle – Giovedì 21 Novembre 2019 Avvistata una copia de “Il mercante di Picasso: vita di D.-H. Kahnweiler (1884-1979)”, di Pierre Assouline (Milano, Garzanti, 1990).

“Le idrologie” di Emilio Villa (1968): un’edizione di 200 copie ma ogni esemplare è diverso dall’altro

Si tratta di un ben conosciuto libro d’artista, il quale, sebbene realizzato in 200 esemplari teoricamente numerati, raramente presenta la numerazione impressa a mano, non si sa se per dimenticanza o altro. Inoltre, una sua particolarità è quella che ogni esemplare è diverso da un altro in quanto le copertine variano moltissime nei colori usati. e nella composizione.

Un altro libro che aveva previsto la pandemia del 2020: “Rapporto della CIA” di Alexandre Adler (Gremese, 2009)

Spunta un altro saggio di politica globale (e cospirazionismo) che – tra i vari scenari – già nel 2005 (l’edizione italiana arriverà nel 2009) prevedeva che l’anno 2020 sarebbe stato un anno di svolta, e già si parlava di una pandemia…