"Se un libro scompare, magari vuole solo essere lasciato in pace"

E Dracula il vampiro si aggira per le brume di… Istanbul

Kazıklı Voyvoda, di Bram Stoker & Alì Riza Seyfioglu (Istanbul, Resimli Ay Matbaasi. 1928).

(2° edizione / traslitterata, anno 1946)

Tra le edizioni del Dracula di Bram Stoker che ben poco hanno a che fare con la trama del romanzo originale – come per esempio l’edizione islandese: vedi qui l’articolo – c’è un’edizione turca con una trama veramente inaspettata rispetto al canonico originale di Bram Stoker. Sto parlando della traduzione di Dracula in lingua turco ottomana; è un’edizione del 1928, che da poco viene studiata. Si intitola Kazıklı Voyvoda (trad. “Vlad l’Impalatore”) e fu scritta da Alì Riza Seyfioglu nel 1928 e stampata a Istanbul da Resimli Ay Matbaasi. Il libro poi verrà traslitterato in caratteri occidentali nel 1946, quando uscirà la seconda edizione..

 

 

Dracula in Instanbul: The Unauthorized Version of the Gothic Classic, di Ali Riza Seyfioglu & Bram Stoker (Neon Harbor Entert. LLC, 2017).

Il regista e scrittore americano Ed Glaser, che a suo tempo aveva letto il mio libricino sulle prime edizioni di Draculavedi qui la versione economica in italiano – nel 2017 mi inviò in anteprima una copia della traduzione in inglese del Dracula turco, prevista in uscita nelle librerie a settembre 2017 con il titolo di Dracula in Instanbul – The Unauthorized Version of the Gothic Classic, di Ali Riza Seyfioglu (Neon Harbor Entert. LLC).

Ali Riza Seyfioglu, che nel 1928 tradusse il libro di Stoker, non si limitò ad una traduzione fedele, cambiò la trama, aggiungendo vari elementi “patriottici”, un po’ di Islam e ambientando la storia a Istanbul anziché a Londra. I primi capitoli, con il viaggio di Jonathan Harker in Transilvania, filano via con poche difformità dall’originale di Stoker. Dopo, tutto cambia, i personaggi sono turchi, il teatro degli eventi è Istanbul, la croce cede il passo al Corano e ai suoi versetti divini, che si dimostrano quanto mai potenti.

Il libro, dopotutto fu una copia pirata, e questo viene praticamente confermato anche nel libro curato dal regista americano. Non possiamo davvero concepire che gli eredi di Bram Stoker avrebbe approvato.

“Una moderna Istanbul è minacciata dall’invasione di un antico vampiro, tre veterani della Guerra d’indipendenza turca sono entrati in conflitto con il nemico atavico della loro nazione”

L’edizione in lingua inglese permette che questo libro raggiunga finalmente l’Occidente, dopo quasi un secolo di vita. Vi ricordo, infatti, che il turco ottomano è una lingua che ha preceduto il turco moderno, una specie di commistione tra l’arabo e il farsi. Idioma impenetrabile ai più, che di fatto ha tenuto “nascosto” questo romanzo fino ai giorni nostri.

 

Disponibilità dei libri (sempre aggiornato)

 

 

 

Le migliori aste per “Dracula di Bram Stoker”

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Asta super pazza per l’edizione di “Harry Potter e la pietra filosofale” per i 140 anni della Salani

L’asta non è calda: è caldissima. La “mela” contesa è l’esemplare n. 16 (su 1.500) di “Harry Potter e la pietra filosofale” nell’edizione speciale 2002 stampata per festeggiare i 140 anni di vita della casa editrice Salani. L’asta su eBay chiuderà il 21 giugno.

Giardini perduti, Vasco Rossi e Caino: oggi al mercatino di Porta Portese

ROMA PORTA PORTESE Domenica 9 Febbraio 2020 Mercatino movimentato oggi, con l’avvistamento di interessanti libri su Vasco Rossi, sui vinti che “subiscono” la storia, sui giardini segreti di Roma e sui meccanismi cognitivi della mente umana.

I quattro libri di Valerio Fioravanti: uno è mitico, tre sono di… Pablo Echaurren

“Questi benedetti genitori… : un libro per bambini che possono leggere anche i grandi”, non è da tutti scrivere il primo libro a 11 anni! Ma quando sei il bambino della pubblicità, tutto può accadere!

Darius Caasy: il giornalista fantasma che fece rivivere Hitler con un libro-feticcio

Il misterioso giornalista Darius Caasy, autore di un libro feticcio che paventa la sopravvivenza di Hitler all’assalto del suo bunker, fu anche autore di tre articoli eclatanti usciti ne “La Provincia” di Cremona nel 1947, un anno prima che uscisse il suo inquietante libro, che oggi è ricercatissimo. Articolo di Alessandro Zontini & Simone Berni.

Esce “Dante di Shakespeare” il nuovo romanzo storico di Monaldi & Sorti (Solferino, 2021)

Una nuova straordinaria opera degli autori di “Imprimatur”, “I dubbi di Salaì” e “Malaparte morte come me”, che dopo aver riportato in Italia i loro libri con Baldini & Castoldi ora viaggiano con Solferino editore. Articolo di Carlo Ottone.