"Se un libro scompare, magari vuole solo essere lasciato in pace"

 

Morgan e i suoi libri: qualche tesoro e un piccolo mistero

Morgan, alias Marco Castoldi (nato a Milano nel 1972) è un cantante, musicista e produttore molto noto in Italia nel campo dello spettacolo e della critica musicale. Il suo nome rimbalza continuamente tra la carta stampata, i social e le tv, spesso per polemiche di varia natura, per una burrascosa vita privata e per una imminente e già da tempo annunciata clamorosa sentenza di sfratto dalla sua abitazione di famiglia.

Dissoluzione, di Morgan [Marco Castoldi] (Milano, Bompiani, 1999). Così come il personaggio, anche i suoi libri hanno fatto e fanno molto discutere. Il cacciatore di libri dovrebbe concentrare le sue ricerche soprattutto sul suo primo parto letterario, ossia Dissoluzione (Bompiani, 1999): Il libro uscì sotto Natale di quell’anno e fu fortemente voluto dall’editor della Bompiani di allora, Elisabetta Sgarbi. Dalla presentazione:

“Quello che avete fra le mani non è esattamente un libro. Io, l’autore, non sono propriamente uno scrittore, ma queste non sono certezze.

Alcuni capiranno subito, dalle prime due frasi di questa premessa, quello che in questo momento intendo. Proprio per le mancanze di cui scrivevo, ho sempre alcune difficoltà ad usare le parole, sia scrivendo una lettera d’amore, sia nell’atto di comprare il pane.
Ma anche questo sarà chiaro e, se non esplicitamente l’argomento, pretesto.

Chiedere il senso è cosa antica, ma ormai siamo già troppo coinvolti.”

Questo libro è il più raro e ricercato. Con valutazioni anche oltre i 50 euro. Esiste una seconda edizione del 2009 con diversa copertina ma sempre con l’insolito formato “quadrato”, quasi come fosse un CD.

Poi ci sono:

  • In pArte Morgan, di Marco (Morgan) Castoldi e Mauro Garofalo (Milano, Elèuthera, 2008)
  • Bluvertigo & Morgan: il suono è mille brividi, di Daniele Cianfriglia (Roma, Arcana, 2009)
  • Il libro di Morgan: io, l’amore, la musica, gli stronzi e Dio, di Marco Castoldi (Torino, Einaudi, 2014). Su questo libro aleggia un piccolo mistero. C’è una prima copertina (molto glamour) che non fu poi realizzata. Una vera e propria copertina fantasma.
  • Morgan, di Federico Scoppio (Roma, Gargoyle, 2014)

 

Anche le biblioteche sbagliano!

Da notare che il libro di poesie Attimi di me, di Marco Castoldi (Lissone, Typos,1985) che l’OPAC SBN attribuisce a Marco (Morgan) Castoldi (nato a Milano nel 1972) è in realtà opera dell’omonimo Marco Castoldi (nato a Monza nel 1962), che lavora nel campo delle post-produzioni video ed è anch’egli musicista, e credo sia per queste affinità che si è generato l’errore.

 

Ultim’ora 2020

 Precisa Domenico Cammarota:

Dissoluzione di Morgan: la prima edizione in assoluto, a mio parere, è quella da “edicola”, stampata nell’ottobre 1999, a cui segue subito dopo l’edizione “integrale”, da libreria, che contiene in più le foto di Morgan che non sono presenti nell’edizione da edicola. Quest’ultima, però – subito scomparsa – conteneva anche un poster gigante a colori con foto dell’autore, e un CD allegato dal titolo “CANONE inVERSO“, dove Morgan, accompagnato dai suoi Bluvertigo, recita brani di poesie di noti autori del ‘900 italiano, come Alda Merini, Nanni Balestrini, Elio Pagliarani, ecc., in quello che è una sorta di specimen sonoro per la collana di poesia Bompiani che era curata da Elisabetta Sgarbi, sorella di Vittorio.”

edizione da edicola

edizione da libreria

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Disponibilità dei libri (sempre aggiornato)

 

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

…a proposito di Fabrizio Frizzi

Nel ricordare Fabrizio Frizzi, il celebre conduttore della RAI, scomparso il 26 Marzo 2018, si rilegga la presentazione che il conduttore romano scrisse alla prima edizione di “Tre metri sopra il cielo” di Federico Moccia. Un distillato di amicizia, di amore e di garbo.

La letteratura inutile? Un cult! Ecco le “Illustrazioni per l’uso” di Maurizio Ceccato (Italo Svevo)

“Illustrazioni per l’uso” è l’ultimo nato della collana “Piccola Biblioteca di letteratura inutile”, a firma Maurizio Ceccato. Un’opera concettuale, una sorta di concept book elevato, il cui significato sta tutto dentro le aforistiche, didascaliche, ambigue e mordaci definizioni di ogni bugiardino.

“L’invenzione del tempo libero 1850-1960” di Alain Corbin in bancarella

MILANO FIERA DI SINIGAGLIA Sabato 15 Giugno 2019 Avvistata una copia di L’ invenzione del tempo libero, 1850-1960, di Alain Corbin (Roma; Bari, Laterza, 1996).

Alla scoperta di un editore (in)dimenticato: Aelia Laelia

Un’intervista alla scrittore Igor Patruno è anche il pretesto per ricordare Aelia Laelia, casa editrice di Reggio Emilia, attiva a metà degli anni 80, di grande importanza per il bibliofilo.

Di nuovo pubblicato “Nella repubblica del libro” di Francesco Lumachi

Oggi Martedì 29 Ottobre 2019, presso la Libreria Feltrinelli di Largo di Torre Argentina a Roma, c’erano alcune copie del libro di Francesco Lumachi dal titolo: “Nella repubblica del libro: bibliomani celebri, librai d’altri tempi, spigolature e curiosità bibliografiche”, a cura di Antonio Castronuovo, edito da Pendragon di Bologna a settembre 2019.