"Ogni libro par che dorma, eppur sua è ogni orma"
segnalazione flash  /  
04 Novembre 2020

“Ex libris” di Antonello Moroni (Zanichelli, 1922): prezioso e rarissimo completo

Ex libris: 36 xilografie originali, di Antonello Moroni (Bologna, Nicola Zanichelli, 1922); con uno scritto di Francesco Sapori.

Straordinaria opera dedicata all’arte dell’ex libris, con xilografie originali e uno scritto di Francesco Sapori. Molto raro da reperirsi completo di tutte le tavole ed in perfetto stato. Tiratura di soli 400 esemplari.

L’esemplare in asta su Catawiki

 

 

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

“Il romanzo nero”, la collana di soli 4 libri che nessuno può finire!

Curiosità e spigolature su una collana mitica per il collezionista horror: “Il romanzo nero”: solo 4 titoli pubblicati da Donatello De Luigi, tutti nel 1944, di cui il numero 4 impossibile da trovare perché…

Su IBS 7 libri per chi volesse entrare “per la prima volta” nel mondo di Harry Potter

7 libri che sono un “kit di sopravvivenza” per entrare e navigare nelle acque solo apparentemente calme del mare segreto di Harry Potter.

Erotica – Mémoires d’un eunuque – 1966

Anonyme [Pham Van Ky] & Pierre-Laurent Brenot - Mémoires d'un eunuque - 1966 Vai all'asta su Catawiki

7-13 Aprile 2020: questa settimana i lettori hanno cercato…

Oggi i lettori stanno cercando: Kami, di Ferdinando Scianna – Trilussa Meneghino, di Zaira Arnoldi Daelli – Le avventure di Pinocchio – Guida illustrata al Nudismo Naturismo, a cura di Cesare Capone – Il Natale ha 5000 anni, di Francesco Saba Sardi – Mamma, di Massimiliano Parente – Spia in Oriente, di Amleto Vespa

“Il profilo delle nuvole” (1989): il connubio artistico tra Luigi Ghirri e Gianni Celati

Iconico volume realizzato da Luigi Ghirri con testi di Gianni Celati. Luigi Ghirri (1943-1992) è stato è stato un fotografo italiano. Straordinario il suo connubio artistico con lo scrittore Gianni Celati, I paesaggi immortalati sono sospesi, non realistici, per certi versi surreali, diafani, spesso privi di profili umani anche se mai orfani dell’intervento dell’uomo.