"Avete fatto caso che gli unici roghi della storia riguardano libri e streghe?"

 

Lettere dal sottosuolo, di Fëdor Michajlovič Dostoevskij (Napoli, Editrice Italiana, 1919).

 

Vera prima edizione italiana di un libro più comunemente noto come Memorie dal sottosuolo, del grande narratore russo. Il primo editore a presentarlo con questo titolo fu infatti già G. Carabba di Lanciano nel 1924. Raro.

 

 

Scheda bibliografica

Dostoevskij, Fëdor Michajlovič. Lettere dal sottosuolo: romanzo. Tradotto direttamente dal russo da Ettore Lo Gatto. Napoli: Editrice italiana, 1919. VII, 128 p.; 20 cm. Collana: Collezione di autori stranieri. Lingua di pubblicazione italiano. ISBN: IT\ICCU\PUV\0261814.

 

Ecco la galleria fotografica

 

 

Il romanzo

Lettere dal sottosuolo” (poi diventato “Memorie dal sottosuolo“) è un romanzo diviso in due parti, scritto da Fëdor Dostoevskij nel 1864. Nella prima parte, intitolata “Il sottosuolo“, il protagonista mette alla berlina gli ideali positivisti e l’ottimismo del XIX secolo, sostenendo che l’essere umano ha un segreto desiderio di sofferenza e auto-umiliazione che nessuna teoria della ragione o relig può arginare. Nella seconda parte, “A proposito della neve bagnata“, l’autore confessa alcune azioni abiette che ha compiuto nella vita, dimostrando come anche una persona “istruita” e “a modo” possa essere profondamente meschina. L’opera è importante per la sua critica sociale e psicologica, in cui Dostoevskij esplora la complessità dell’essere umano. Le edizioni italiane più importanti includono quella di Einaudi del 1942, con una prefazione di Leone Ginzburg e quella di Bompiani del 1948 (“Ricordi dal sottosuolo“) con traduzione di Tommaso Landolfi.

 

Su Dostoevskij

Fëdor Michajlovič Dostoevskij è stato uno scrittore e filosofo russo nato a Mosca nel 1821 e morto a San Pietroburgo nel 1881. È considerato uno dei più grandi romanzieri e pensatori russi di tutti i tempi, insieme a Tolstoj. Tra le sue opere più famose si possono citare “Delitto e castigo“, “I fratelli Karamazov” e “L’idiota“. Dostoevskij ha influenzato la letteratura e la filosofia del suo tempo, esplorando temi come la morale, la religione, la psicologia e la politica. La sua capacità di rappresentare la complessità dell’animo umano e le sue contraddizioni ha reso le sue opere un punto riferimento per molti scrittori e pensatori successivi.

 

 

Disponibilità del libro (sempre aggiornato)

 

 

Questo sito web partecipa al Programma di affiliazione eBay e potrebbe percepire benefit fornendo collegamenti ai prodotti sui siti regionali di eBay.

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

La “Collana universale”: quando stare al passo coi tempi significa pluralità di espressione

Negli anni ’30 del XX secolo direttori editoriali di notevole caratura culturale e capacità riuscivano a proporre autori già celebri all’estero consentendo al pubblico italiano, troppo spesso adagiato sui nomi della letteratura patria, autori di indubbio spessore. A questo orientamento non faceva eccezione la cosiddetta “Collana universale”. Articolo di Alessandro Zontini.

Storie di libri buttati e ritrovati: quando tutto è collegato e niente è casuale

La serendipità e l’arte di trovare libri: basta il ritrovamento di una serie di libri gettati in un cassonetto a Roma, con un misterioso ex libris, che la fantasia comincia a volare lontano, da Romualdi a Baraghini, a Moro, Fasanella e Gladio il passo è breve. Articolo di Alessandro Brunetti.

“Politica tra le nazioni” di Hans J. Morgenthau (Il mulino, 1997): rarissimo testo-base di società e politica

Hans Morgenthau è conosciuto principalmente proprio per questo saggio (mai ristampato dall’editore), ritenuto il grande manifesto del realismo nelle relazioni internazionali contemporanee.

“I Segreti del Conticidio”, l’ultima fatica editoriale di Marco Travaglio

In questi giorni, è uscito l’ultimo libro di Marco Travaglio, noto autore, anche recentemente, di molti best seller. Il libro è intitolato: I Segreti del Conticidio: il golpe Buono e il Governo dei Migliori, con prefazione di Barbara Spinelli. Risulta pubblicato come Edizione 1 – Anno 2021 da PF Paper FIRST.

“Botteghe oscure addio” di Miriam Mafai in bancarella

ROMA BANCARELLE DI VIALE TRASTEVERE Martedì 2 Giugno 2020 “Botteghe oscure addio”, di Miriam Mafai (Mondadori, 1996) – l’atto ufficiale di un addio della celebre scrittrice al Partito Comunista Italiano. Un libro che raro non è, ma che non può mancare nella storia degli anni ’90.