"Avete fatto caso che gli unici roghi della storia riguardano libri e streghe?"

Zerocalcare, pseudonimo di Michele Rech (nato a Cortona nel 1983), come tutti sanno ormai, è un celebre fumettista italiano. Il consiglio che do sempre ai cacciatori di libri, ai rivenditori e ai librai, nonché ai collezionisti, è che – quando un autore assurge a fama nazionale (meglio però se ci si muove in anticipo) è necessario “buttarsi nella mischia” e scovare in rete le sue prime “fatiche”, i primi libricini, magari autoprodotti o stampati da piccole o piccolissime sigle editoriali. Sono quelle le gemme preziose che conviene mettere nel forziere, in attesa che spuntino valutazioni da record. Questo ragionamento si adatta anche ai fumetti e a quei libri-illustrati da un fumettista, come appunto i primi di Zerocalcare, che sono sia libri che fumetti.

In particolare mi sento di segnalare due titoli.

1) Nero: dura la vita per l’uomo nero. Nove storie a fumetti, di Zerocalcare [et al.] (Napoli, Comicon, 2010);

2) La profezia dell’armadillo, di Zerocalcare (Formia, Graficart, 2011).

Il primo è un fumetto realizzato in occasione della mostra “Futuro anteriore nero. Dura la vita per l’uomo nero” tenuta a Napoli nel 2010. Probabilmente la prima opera – in questo caso collettiva – su cui si abbia la firma di Zerocalcare. A Maggio 2019 su eBay ne è stata venduto una copia per 7,50 € – ma ritengo che il suo valore possa essere assai superiore. La profezia dell’armadillo è il cavallo di battaglia delle prime stagioni di Zerocalcare. Molto quotata la prima edizione assoluta (autoprodotta).

«Si chiama “profezia dell’armadillo” qualsiasi previsione ottimistica fondata su elementi soggettivi e irrazionali spacciati per logici e oggettivi, destinata ad alimentare delusione, frustrazione e rimpianti, nei secoli dei secoli. Amen.» (La profezia dell’armadillo, p. 65 e retro di copertina)

Appunti per il collezionista

Di La profezia dell’armadillo, di Zerocalcare (Formia, Graficart, 2011) Una copia su eBay

Di Nero: dura la vita per l’uomo nero. Nove storie a fumetti, di Zerocalcare [et al.] (Napoli, Comicon, 2010) copia venduta su eBay Maggio 2019

Questo sito web partecipa al Programma di affiliazione eBay e potrebbe percepire benefit fornendo collegamenti ai prodotti sui siti regionali di eBay.

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Questo sì che è un regalo di Natale, pescando solo 30 anni fa: “Storia tascabile della letteratura italiana” di Giuseppe Prezzolini

Si ricorda una piccola e magnifica coedizione “Storia tascabile della letteratura italiana, di Giuseppe Prezzolini (Biblioteca del vascello; Stampa alternativa, 1988). Adatta anche oggi per un gradito e low cost regaluccio di Natale. Articolo di Carlo Ottone.

“Mi chiamo Edgar Freeman” l’introvabile romanzo d’esordio di Maurizio Sbordoni, quello di Stocazzo Editore

Maurizio Sbordoni ha pubblicato con San Paolo, Elliot, ed arrivato a un passo da Mondadori, ha preferito fondare la sua casa editrice, Stocazzo Editore con la quale ha costituito un fenomeno pressoché unico nel panorama editoriale. Questo è il suo primo introvabile romanzo.

Il “Nuovo Repertorio delle Specie Mineralogiche” e il ricordo di Girolamo Ridolfi

Nel giorno della scomparsa del geologo viterbese Girolamo Ridolfi ricordiamo il suo “Nuovo Repertorio delle Specie Mineralogiche” (Edizioni Simple, 2013), un testo prezioso per il collezionista.

“Poesie scritte col lapis” di Marino Moretti (Ricciardi, 1910): rara e ricercata la prima edizione

Il libro in prima edizione è molto raro e ricercato, con conseguenti valutazioni sostenute. Marino Moretti è stato un poeta, romanziere e drammaturgo, nato nel 1885 a Cesenatico e deceduto nel 1979 nella stessa città.

“La scoperta del mondo” di Clarice Lispector: a caccia di un libro particolare!

Libro molto raro ed esaurito da tempo di Clarice Lispector, una scrittrice considerata difficile, “per addetti ai lavori”, attenta agli avvenimenti quasi esclusivamente per quanto riguarda l’introspezione dei personaggi su fatti spesso solo accennati.