"Avete fatto caso che gli unici roghi della storia riguardano libri e streghe?"

 

Fascismo liberatore: storia, biografie, profili, di Cipriano Giachetti (Cip) (Firenze, Bemporad, 1922); disegni di Brivido.

 

Interessante: un libro che ha ormai un secolo di vita e che presenta un nuovo partito all’orizzonte del suo Governo: il fascismo.

 

 

 

 

 

Libri per capire il Fascismo

Il Fascismo è un movimento che ha segnato la storia italiana e mondiale. Nato nel 1919 da Benito Mussolini, giornalista politico e in seguito dittatore, il Fascismo si è presto diffuso in tutta Europa e nel resto del mondo, lasciando un segno profondo nella politica mondiale.

Ma quali sono stati gli esordi del Fascismo, e quali sono i libri del 1922 che trattano questo movimento storico? Il Fascismo si caratterizza come un movimento nazionalista, autoritario, autocratico, razzista, anticomunista e totalitario. L’ideologia sottesa a tale movimento fu interpretata allo stesso tempo come rivoluzionaria e reazionaria.

Nel 1922, anno fondamentale per il Fascismo, vennero pubblicati molti libri che trattavano di questo movimento. Fra i più importanti, si ricorda “La conquista dello Stato” di Antonio Gramsci, in cui l’autore si pone il problema di come il movimento fascista sia riuscito a conquistare lo Stato. Nella sua analisi, Gramsci parte dal presupposto che il Fascismo abbia avuto successo perché ha saputo interpretare le esigenze delle masse popolari, o almeno di una loro parte consistente. Inoltre, “Il Fascismo, che cos’è” di Giovanni Gentile, in cui l’autore fornisce una descrizione esaustiva delle caratteristiche del movimento. Poi ci fu “Rifare l’Italia” di Filippo Turati e molti altri testi fondamentali per la comprensione del movimento.

È importante notare che, nonostante il movimento fascista abbia avuto successo, ci furono anche molte critiche nei suoi confronti, sia da parte degli intellettuali che da parte delle classi popolari. Fra questi, è importante menzionare Benedetto Croce, che nella sua opera “La storia come pensiero e come azione” (1938) critica duramente il Fascismo, definendolo un movimento irrazionale e antiscientifico.

In conclusione, gli esordi del Fascismo sono un periodo cruciale della storia italiana e mondiale. I libri del 1922 che parlano di Fascismo, sono stati fondamentali per la comprensione di questo movimento, e ancora oggi rappresentano un importante punto di partenza per la sua analisi. Tuttavia, non bisogna dimenticare le critiche che il Fascismo ha ricevuto nel corso della sua storia, e che continuano ad essere fonte di dibattito e riflessione critica.

 

 

Disponibilità del libro (sempre aggiornato)

 

Lo stesso libro su ABEBOOKS

Lo stesso libro su AMAZON

 

Questo sito web partecipa al Programma di affiliazione eBay e potrebbe percepire benefit fornendo collegamenti ai prodotti sui siti regionali di eBay.

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Il cadavere di Mussolini nel 1942? Il mistero Vacirca in un libro scomparso!

Due libri rarissimi, quelli dei coniugi Vacirca, Vincenzo e Clara, di cui il secondo – stampato nel 1942 in America – praticamente definisce Mussolini come un “cadavere che cammina”, assurgendo a vero e proprio “libro proibito” del Fascismo.

Chi ha paura del Marchese De Sade? Luigi Veronelli e il suo libro al rogo!

Era il 1957 e la censura si abbatteva su un libro del Marchese De Sade, “Storielle racconti e raccontini” pubblicato da Luigi Veronelli – noto e non apprezzato anarchico – ma anche futuro autore cult di enogastronomia. Storie di ieri, oggi e… domani?

Canzone Futurista Di Giovanni Acquaviva autografata con dedica alla pittrice Enrica Valenziano

https://www.ebay.it/itm/224158943131 Acquaviva, Antonio Sant'Elia. Risorgimento delle città demolite d'Italia, canzone futurista, 9 novembre 1943. "Chicca" futurista molto interessante. Antonio Sant'Elia (Como, 30 aprile 1888 – Monfalcone, 10 ottobre 1916) è stato un...

“Le ricette di raffaella” il libro cult di Raffaella Carrà

  Le ricette di Raffaella, di Raffaella Carrà (Milano, Mondadori, 1991)   L'ESEMPLARE IN VENDITA   Dalla scheda del venditore: RAFFAELLA CARRA' CARRA LE RICETTE DI RAFFAELLA RARO LIBRO 1°EDIZ. MOLTO BUONO.     Altri libri su Raffaella Carrà...

Le frontiere della critica di Sergio Pautasso con dedica a Tonino Guerra

Un grande saggio di un grande protagonista dell’editoria italiana della seconda metà del ‘900, con una dedica speciale.