"Sull'inutilità di certi libri sarebbe utile scrivere un libro"
Curiosità | Speciali  /  
01 Giugno 2018

L’introvabile “I cavalieri del nulla”, di Giovanni Bruno Solaro

I cavalieri del nulla di Giovanni Bruno Solaro

Un anarchico scomparso nel nulla…

Ecco un libro veramente scomparso nel nulla. Qualcosa che veramente può costituire una sfida non indifferente per il cacciatore di libri.

Innanzi tutto va precisato che si tratta di un libro con falso luogo di stampa. E questo è il primo dato curioso. Sto alludendo al romanzo I cavalieri del nulla, di Giovanni Bruno Solaro (Parigi, Edizioni Scrittori d’Avanguardia, 1957) [ma in realtà: Roma, Tipo-Lito Dapco, 1957]. Prefazione di M. Signorelli, Jean-Dominique Valle e Roger Abuisse. Quattro libri stampati dalla tipografia in questione noti all’archivio delle biblioteche italiane nel periodo 1966-68.

C’è poi stata una seconda edizione, non leggendaria ma ugualmente rarissima, e si presume con la stessa copertina, il cui titolo varia leggermente: I cavalieri del nulla, ieri con lo stesso luogo di stampa ma uscita nel 1969.

Nella galleria fotografica che segue si può vedere copertina e risvolto (della prima edizione) dove si legge anche una succinta presentazione:

L’autore è uno di quelli che meriterebbero un libro tutto per sé. Pochissime le notizie in rete, pressoché sconosciuto al cosiddetto “grande pubblico”. Giovanni Bruno Solaro viene definito da Franco Leggio, in Avanti avanti avanti con la fiaccola nel pugno e con la scure: i fuori testo delle collane Anteo e La rivolta (Ragusa, Edizioni La fiaccola, 1999), come:

“cavaliere del nulla, fondatore dell’omonimo movimento anarchico, pittore, scrittore e regista underground“.

Una definizione che già dà un quadro abbastanza preciso del personaggio.

Altri libri di Solaro

Messaggio in Trance (dati editoriali sconosciuti; prima del 1957)

Calvario proibito (Padova, Amicucci ed., 1960); non è un romanzo solito, l’ambiente, i personaggi, i loro drammi, sono sostenuti da una filosofia spontanea, il «sostanzialismo», senza però togliere nulla al realismo delle immagini, rapite dalla realtà come dall’occhio. [dalla scheda editoriale]

Cenni sulla trovabilità dei libri di Solaro

Pochissime possibilità per il cacciatore di libri; titoli conosciuti a 5/6 biblioteche pubbliche italiane; da anni non se ne trova traccia sui portali librari.

 

Disponibilità dei titoli citati (sempre aggiornato)

 

 

[Si ringrazia R. G. di Milano per la segnalazione]

Condividi:

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Su eBay USA l’edizione coloniale di “Dracula” di Bram Stoker: la più rara di tutte

Appare in vendita su eBay Stati Uniti una copia della rarissima “edizione coloniale” del “Dracula” di Bram Stoker (London, Hutchinson & Co., 1897), una chimera per studiosi e collezionisti. Secondo alcuni potrebbe perfino aver preceduto la prima edizione ufficiale.

Condividi:

Un’edizione in inglese de “Lo Hobbit” stampata in Russia

Lo Hobbit in inglese stampato a Mosca – Interessante edizione russa stampata nel 1982 a Mosca in lingua inglese per introdurre l’opera di Tolkien al lettore sovietico. Davvero una perla interessante per il collezionista di Tolkien.

Condividi:

Diabolik, esce un albo speciale in attesa del film dei Manetti – Libri – Libri e film – ANSA

https://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/libri/libri_film/2020/07/27/diabolik-in-attesa-film-manetti-albo-speciale-io-sono-eva_bc437904-cdbb-44f6-a22e-8e42d7c5daaf.html

Il caso dei falsi “Harry Potter” cinesi e alcune rarità per il collezionista

La Cina è un mondo veramente “a parte”, dove il fenomeno della pirateria e della produzione di edizioni fake (“false”) ha determinato un universo ai più sconosciuto: storie impensabili, con Harry Potter in combutta con Gandalf il grigio o Peter Pan.

Condividi:

su eBay è stata venduta la prima edizione di “Jack Frusciante è uscito dal gruppo”

Pochi giorni fa su eBay è stata venduta per 111 € una copia della prima edizione di “Jack Frusciante è uscito dal gruppo”, il libro cult di Enrico Brizzi (Ancona, Transeuropa, 1994), con la mitica copertina bianca.

Condividi: