"Se un libro scompare, magari vuole solo essere lasciato in pace"
Prefazione di Giorgio Galli

Lupo vigliacco: vita di Roberto Farinacci, di Sergio Vicini e Paolo A. Dossena (Milano, Hobby & Work, 2006).

Il libro Lupo vigliacco: vita di Roberto Farinacci di Sergio Vicini e Paolo A. Dossena (Milano, Hobby e Work, 2006) è ectoplasmatico, e come i fantasmi appare, scompare, riappare. Seppur recente, la tiratura della Hobby & Work sembra inghiottita dal nulla. Ogni tanto una copia fa capolino su Internet, ma gli estimatori non mancano (sono apparse tre copie sul finire del 2017 / gennaio 2018, subito vendute; poi è seguito un lungo ‘silenzio’). Il libro è raro.

Ma perché è un libro che vale la pena di segnalare? Si tratta di una biografia scomoda, certamente non è un’agiografia. “Lupo vigliacco” era l’appellativo con il quale lo scrittore Curzio Malaparte dipingeva il gerarca fascista Roberto Farinacci. E quindi è facile intuire che non si tratti di un libro di elogi. La prefazione di Giorgio Galli è indice di autorevolezza. Gli autori, i due giornalisti cremonesi Sergio Vicini e Paolo A. Dossena, vivisezionano Roberto Farinacci, passando al setaccio vita privata, infedeltà coniugali (reiterate), studi (copiò la tesi di laurea), condotta politica (era in pratica il Ras di Cremona) e rapporti con Mussolini (pessimi: fu considerato l’Anti-Duce).

Mussolini aveva paura di lui, temeva le sue trame diaboliche, gli creavano inquietudine i suoi rapporti preferenziali con Hitler e Goebbels in Germania. Nonostante il potere accumulato, l’intoccabilità e gli intrighi, Farinacci finì fucilato a Vimercate.

 

 

Disponibilità del libro (sempre aggiornato)

 

 

Su AMAZON

 

Su ABEBOOKS

 

 

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

“Tre balletti senza musica, senza gente, senza niente” di Céline

ROMA MERCATINO DELLA GARBATELLA – 3 Aprile 2018 Dello scrittore Louis-Ferdinand Céline (1894-1961) è stata avvistata un’opera minore, “Tre balletti senza musica, senza gente, senza niente”, uscita nel 2005 per la casa editrice Archinto.

Il tesoro di Tanzi: il mistero svelato, di Livio Consigli (Parma, Cartongraf, 2007): super ricercato in queste ore

Libro piuttosto ricercato nella giornata del 1° gennaio 2022, dopo che è stata diramata la notizia della scomparsa del noto imprenditore di Parma, Calisto Tanzi (1938-2022).

LA SVASTICA SUL SOLE – PHILIP DICK – 1°ED ITA LA TRIBUNA 1965

Del celebre scrittore americano, nel 1962 fu pubblicato The Man in the High Castle, edito da Putnam’s Sons di New York. Prima edizione assai ben valutata sul mercato, sempre ben al di sopra di 1000 dollari. Ma parliamo della traduzione italiana. La prima edizione in assoluto apparve nel 1965 per conto de La Tribuna di Piacenza

In libreria “Il bambino gender creative” di Diane Ehrensaft

In uscita anche in Italia “Il bambino gender creative” di Diane Ehrensaft (Odoya, 2019), la controversa psicologa americana le cui teorie sui gender e sull’identità di genere stanno sconvolgendo la cultura occidentale.

Barbès di saggezza, quando l’editore cult ce l’hai a portata di mano…

Anticipazioni da “Nuovi casi per il cacciatore di libri” di Simone Berni. Tra le meteore che però hanno lasciato una scia bellissima c’è senza dubbio l’editore Barbès di Firenze. Mi ci sono imbattuto nel momento in cui stavo raccogliendo tutto il pubblicato di Jean-Philippe Toussaint