"Ogni libro par che dorma, eppur sua è ogni orma"
piccole perle | Speciali  /  
30 Giugno 2021

“Manuale del pioniere” di Gianni Rodari: a caccia di copie scampate al rogo

Manuale del pioniere, di Gianni Rodari (Roma, Edizioni di Cultura Sociale, 1951).

 

Gianni Rodari (1920 – 1980), è stato un grande scrittore per l’infanzia, nonché pedagogista, giornalista e poeta italiano. Stiamo parlando di uno degli italiani più tradotti di sempre. Un vero e proprio teorico dell’arte di “inventare storie”.

Rodari era nativo di Omegna, fu fin da giovane coinvolto nella scrittura e alla fine degli anni ’40 approdò al primo giornale importante, L’Unità, dove gli fu affidata una rubrica domenicale per i più piccoli.

Il suo primo libro, nel 1951, fu Manuale del pioniere, ad uso degli animatori dell’Associazione Pionieri d’Italia, e stampato dalle Edizioni di Cultura Sociale. Seguì – stavolta per bambini – Il libro delle filastrocche (Firenze, Toscana Nuova, 1951). Ci sarebbe però una rarissima edizione del 1950 (anno dubitativo) de Il libro delle filastrocche ad opera delle Edizioni del pioniere di Roma. Risulta schedata in una manciata di biblioteche. Potrebbe quindi essere questo il vero primo libro di Gianni Rodari.

Manuale del pioniere (interno)

Il libro delle filastrocche, di Gianni Rodari (Roma, Edizioni del pioniere, 1950?) [foto https://www.dante-alighieri-cph.dk/]

Il libro delle filastrocche, di Gianni Rodari (Firenze, Toscana Nuova, 1951) [foto https://www.dante-alighieri-cph.dk/]

Marcello Argilli, in Gianni Rodari: una biografia (Torino, Einaudi, 1990) racconta di come, dopo la pubblicazione del suo primo libro pedagogico Il manuale del Pioniere, Rodari venne “scomunicato” dal Vaticano, che lo definì “ex-seminarista cristiano diventato diabolico”. Le parrocchie bruciavano così copie del manuale, ed altri suoi libri, o giornali dove comparivano racconti, nei cortili – tra questi la supposta prima edizione de Il libro delle filastrocche del 1950. Ciò avvenne a seguito della cosiddetta “scomunica dei comunisti” da parte della Congregazione del Sant’Uffizio del luglio 1949.

Il suo capolavoro, il libro per cui è più conosciuto, soprattutto all’estero, fu Grammatica della fantasia: introduzione all’arte di inventare storie (Torino, Einaudi,1973), un saggio indirizzato a insegnanti, genitori e animatori, che può definirsi il sunto di decenni di lavoro e di meditazione sul “fantastico”.

 

 

 

Disponibilità dei libri su eBay (sempre aggiornato)

 

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

La posta del cacciatore di libri: cominciano le “chiacchierate” informali su Youtube

Chiacchierata con i lettori e gli utenti del blog “Cacciatore di libri” sui libri del momento, su “quello che bolle in pentola” e con la lettura delle ultime mail ricevute. Si parla di George Orwell e di una edizione clamorosa, dell’arbidol, un farmaco russo che molti associano al coronavirus; e anche: poesia Beat, Libreria Piani, Edizioni Henry Beyle, Mughini, Celine…

Vernacoliere in bancarella

ROMA PORTA PORTESE Domenica 18 Febbraio 2018 Avvistati diversi vecchi numeri in vendita in una bancarella del mensile di satira politica e di costume “Il Vernacoliere”, stampato a Livorno ancora oggi, ad un prezzo interessante.

17-23 Marzo 2020: questa settimana i lettori hanno cercato…

Molti i libri cercati sul blog: tra cui Il tunnel della libertà, di Ellen Sesta – Guida a Ufo, Spazio 1999, di Chris Drake – La benda sugli occhi, di Giulio Gaglione – Il foro Mussolini, a cura della Opera Nazionale Balilla – Lo Hobbit annotato, di J. R. R. Tolkien – L’ inganno della notte, di Elisa S. Amore…

…quando a Piazza Diaz (Milano) presi due “perle” di Goffredo Parise

MILANO MERCATINO DI PIAZZA DIAZ – Periodo: anni 2000/2010. Quando trovai “Il ragazzo morto e le comete” (Neri Pozza, 1951) e “La grande vacanza” (Neri Pozza, 1953) di Goffredo Parise.