"Avete fatto caso che gli unici roghi della storia riguardano libri e streghe?"

 

A caccia di autori della letteratura francese dispersi tra due secoli

 

di Carlo Ottone

 

“Autori francesi tra modernità e inattualità”. Sono quelli che sono recensiti nel lavoro di Pasquale di Palmo, dal titolo Regesto dei fantasmi (Milano, Medusa 2023). Di Palmo (n. 1958) poeta, saggista, critico e traduttore scrive un libro sui libri che “[…] presuppone una lunga e reiterata frequentazione con i fantasmi […]” della letteratura francese.

Questo lavoro raccoglie poco meno di un centinaio di recensioni, apparse tra il 2017 e il 2023 sull’inserto culturale domenicale Alias del quotidiano «il Manifesto»; si tratta di recensioni di testi riguardanti la letteratura francese del XIX e XX secolo, che l’autore suddivide, per agevolare il lettore, in tre capitoli: Ottocento, Primo Novecento e Secondo Novecento, così da offrire un memorandum “[…] critico inattuale, fortemente compromesso con un’idea non convenzionale di poetica, invisa al canone dominante”.
Il testo nelle sua oltre trecento pagine prende in considerazione poeti, prosatori e saggisti che hanno fortemente caratterizzato il milieu letterario transalpino; vengono recensiti libri, usciti in Italia, di autori noti ma anche di eretici, non allineati e maudit, perché:

Questi autori formano una luminosissima costellazione di sommersi che hanno riscattato con il vessillo della loro opera uno sguardo da annegato, i cui riverberi ancora si trasformano in geroglifici coloratissimi, in tracce speculari di salvifica scrittura

e anche di musicalità, una letteratura “[…] che ha una struttura a soffietto, a fisarmonica, che si dilata e contrae a seconda delle occasioni” dando modo di comprenderne l’essenza, connaturando e marchiando queste opere letterarie così come il valse musette ha connotato la musica francese, Boris Vian (uno dei tanti i cui lavori sono recensiti nel libro) che se ne intendeva, non solo di letteratura ma anche di musica, diceva che in Francia il blues, l’anima di un popolo, si chiama musette, anche queste recensioni rappresentano l’anima di un popolo.

Meritorio questo lavoro che ci fa conoscere scrittori il cui nome, le cui opere, sono conosciuti anche in Italia, ma ci fa conoscere i così detti “minori” che poi minori non lo sono, semmai sono minori tra i grandi. Questo è un libro di facile lettura, un libro che parla di libri, una gioia per i libridinosi, ma, a mio parere, è anche un libro di consultazione e per questo ci sarebbe voluto un indice dei nomi, onde evitare quello che successe nel 1960 quando fu assegnato il premio nobel per la letteratura a Saint-John Perse:

“[…] le redazioni culturali dei più importanti quotidiani e settimanali italiani (si sono) trovati in imbarazzo, in quanto il suo profilo era pressoché sconosciuto alla maggior parte degli addetti a lavori” (pag. 315).

Questo lavoro risente, ça va san dire, degli interessi dell’autore, delle sue preferenze, ma ho trovato che tra gli autori recensiti non compare un maître (a tout) à penser J.P. Sartre e la grande sartreuse Simone de Beauvoir se non citati en passant, ma loro hanno già fatto la storia della letteratura francese, c’est vrai(?).

 

 

Disponibilità del libro (sempre aggiornato)

 

Su AMAZON

 

 

Questo sito web partecipa al Programma di affiliazione eBay e potrebbe percepire benefit fornendo collegamenti ai prodotti sui siti regionali di eBay.

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Esce “Nel nome di Dio”, il libro che racconta il fallito attentato a Henry Kissinger

“Nel nome di Dio” (Gingko Editore, 2020): un libro lascia l’oblio al quale era stato condannato e, seppure a quarant’anni di distanza, racconta i retroscena di un fallito attentato che coinvolse uno degli uomini più potenti del suo tempo.

“Il breve viaggio – Giaime Pintor nella Weimar nazista” al mercatino

ROMA MERCATINO DI MONTEVERDE Mercoledì 16 Maggio 2018 avvistato il libro di Mirella Serri dal titolo “Il breve viaggio – Giaime Pintor nella Weimar nazista” (Marsilio, 2002), in vendita a 5 €. Informazione per collezionisti risparmiosi.

Il raro “Nuvolari” di Renato Tassinari (1930) in bancarella!

MILANO MERCATINO DI PIAZZA DIAZ Domenica 8 Luglio 2018 Avvistato il raro “Tazio Nuvolari: ricordi di vita rapida”, di Renato Tassinari (Libreria editrice degli Omenoni, 1930), in vendita a 30 €

“L’onnifavola” il libro cult di Francesco Saba Sardi (Bevivino, 2010) a 50 €

Libro cult recente ma ormai di fatto praticamente introvabile. Ne esistono solo quattro copie consultabili nel sistema OPAC SBN. Francesco Saba Sardi (1922-2012) è stato uno scrittore, saggista e traduttore italiano, nato a Trieste ma milanese d’adozione.