"Avete fatto caso che gli unici roghi della storia riguardano libri e streghe?"

Segnalazione Flash

Questa edizione è sconosciuta al sistema bibliotecario

Del grande scalatore e scrittore Ardito Desio (1897-2001), di Palmanova, è ben nota l’opera Le vie della sete (Milano, Ulrico Hoepli, 1950); sottotitolo:avventure staordinarie di un geologo. L’opera fu successivamente rieditata dall’Istituto Geografico De Agostini di Novara nel 1987, da Mursia di Milano nel 2005, da Polaris di Vicchio di Mugello nel 2006 e da Corbaccio di Milano nel 2013.

Le vie della sete, di Ardito Desio (Milano, Ulrico Hoepli, 1950). Prima edizione assoluta.

Le vie della sete, di Ardito Desio ([Libia], Dar Al-Fergiani, circa 1990)

Ovviamente la prima edizione del 1950 viene considerata la più rara ed appetibile per il patito di esplorazioni geografiche. L’edizione Hoepli del 1950 presenta una bellissima sovraccoperta, che i collezionisti specializzati nei libri di Ardito Desio ben conoscono.

Ma su ebay è apparsa una sorpresa! Le vie della sete è stato stampato in Libia dall’editore Dar Al-Fergiani (in lingua italiana) in un’edizione senza data [secondo il venditore, circa 1990]. Nessuna copia di questa edizione appare disponibile nell’OPAC SBN, il sistema bibliotecario nazionale italiano.

Copia presente su ebay. Il libro in questione viene venduto a 30 €.

Sull’edizione stampata in Libia ho trovato una preziosa testimonianza della lettrice Rita Rovelli, che su Amazon (Novembre 2014) ne fa una recensione appassionata e ricca di aneddoti che di seguito riporto:

Ebbi modo di comprare il libro a Tripoli, nella libreria di Dar Al-Fergiani, che si trovava sotto i portici nella piazza della Cattedrale, se ben ricordo. Il mio stupore nel trovare una tale edizione, stampata proprio da Al-Fergiani, in italiano..In Libia!
Naturalmente, pur conoscendo bene il nome di Ardito Desio per averlo seguito, ammirato e letto in occasione della spedizione italiana al K2 (lasciamo perdere le polemiche su questo o su quello), non sapevo che la sua capacità e la sua bravura erano state provate in ben altre occasioni.
La lettura, a me che piace viaggiare e che avevo visitato la Libia ed attraversato una parte del Sahara (anni 90), fu piacevolissima, risvegliando tutto il mio interesse. – E devo dire che il fatto che un italiano organizzasse una carovana di cammelli per attraversare il Sahara – siamo nel 1931 – a cui si univano anche i locali, mi entusiasmò.
Desio si era recato in quelle zone, incaricato dal Governo Italiano, per effettuare delle ricerche, alcune evidenti, altre no. Naturalmente, non essendo geologa, non sono in grado di dare alla stesura tutti i meriti che certamente ha, ma, so per certo che le sue scoperte di giacimenti di acqua minerale furono la base dei successivi ambiziosi progetti di Gheddafi di costruire un gigantesco acquedotto.
Lo ritengo un libro consigliabile non solo per una lettura eccezionale, ma anche come dice Desio, per risvegliare “la melodia dei ricordi che ha per tema il Mal d’Africa

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Avventure fotografiche di un bibliofilo alla corte di Paolo Ventura

Paolo Fontana è un artista che usa la fotografia e se stesso per costruire storie. Infatti I soggetti delle sue foto sono riproduzioni di lui stesso., in decine di versioni diverse, un gioco di specchi infinito, difficilmente districabile. Articolo di Alessandro Brunetti

Chi ha visto la prima edizione di “Le mani rosse sulle forze armate”?

“Le Mani rosse sulle forze armate”, un pamphlet edito nel 1966 che denunciava pericoli di infiltrazione comunista nell’esercito e attaccava il Generale de lorenzo, rivale di Giuseppe Aloia nelle alte gerarchie militari. La trovabilità del libro in prima edizione si è ridotta molto negli ultimi anni.

“Moana: la spia nel letto del potere” di Brunetto Fantauzzi in bancarella

ROMA PORTA PORTESE Avvistato in bancarella “Moana: la spia nel letto del potere”, di Brunetto Fantauzzi (Edizioni Nuove, 2006), a soli 5 euro.

Sempre più ambito, sempre più raro “È il ’77” con foto di Tano D’Amico

Nel 2018 fece la sua ultima comparsa sul mercato dell’usato una copia di “È il ’77”, con fotografie di Tano D’Amico (I libri del No, 1978), a una cifra importante. Una assoluta rarità, poco nota anche agli “addetti ai lavori” collezionisti e cultori del Beat, anni ’70 e dintorni. Sono conosciute solo due copie pubbliche.

Tra misteriosi bassotti e libri bestseller, la vita della Dottoressa Tirone

Alma Manuela Tirone, da tutti conosciuta come la Dottoressa Tirone, fu autrice di bestseller di dietologia tra gli anni ’70 e ’90 e poi coinvolta in uno scandalo – la morte la colse mentre stava per preparare un’autobiografia che si annunciava dirompente.