"Ogni libro par che dorma, eppur sua è ogni orma"
dalle notizie di oggi...  /  
25 Novembre 2020

Ultim’ora del 25 Novembre 2020: è morto Diego Armando Maradona: qualche libro per un ricordo di questo grande campione!

Una notizia ha raggelato questo pomeriggio già freddo e triste: è morto il genio calcistico di un’epoca

Yo soy El Diego

 

Diego Armando Maradona è stato (lo è adesso e lo sarà domani) uno dei personaggi più in vista dello sport mondiale, nonostante avesse terminato da tempo la carriera da calciatore. Ma la sua incredibile carriera, le vittorie, i trionfi prima in Argentina e poi in Spagna e Italia, lo hanno reso senza ombra di dubbio “eroe dei due mondi” del pallone, e pertanto terminale di una fama senza precedenti.

Anche le sue vicissitudini al di fuori del campo, i presunti contatti con la camorra, la droga, il carattere indocile e la mancata predisposizione a una vita tranquilla, ne hanno sempre fatto un personaggio indagato a fondo da giornalisti e scrittori. Maradona è stato (e per molto tempo ancora lo sarà) un personaggio ancora idolatrato dalle folle argentine, per cui scrivere un libro-inchiesta o addirittura contro di lui è sempre risultato e anche oggi risulta essere un’attività assai rischiosa. Sia in Argentina che in Italia.

 

Lista di libri rari su Maradona: scomparsi, proibiti e controversi

 

Libri argentini

 

La caída de un idolo. Maradona al desnudo, di Bruno Passarelli (Buenos Aires, Grupo Editorial Zeta AS, 1991).

Raro. Uno dei primi libri stampati in Argentina critici verso Maradona, scritto solo pochi mesi più tardi della vicenda di doping che vide coinvolto il calciatore a Napoli. La conclusione dell’autore è che il più grande nemico di Maradona è stato essenzialmente Maradona stesso. Questo ne ha fatto un libro particolarmente sgradito all’entourage del “pibe de oro”. C’è anche un’edizione del marzo 1993 per conto di Ediciones B di Buenos Aires.

 

Pies mágicos… pies de arcilla, di Amadeo L. Lombardi (Buenos Aires, Marymar Ediciones, 1992).

Raro. Disamina del fenomeno Maradona con l’analisi dei successi e della caduta del mito in seguito alle vicende di doping durante la sua permanenza a Napoli. Libro estremamente interessante.

 

 

 

 

 

Inocente, di Julio Llinás; Fernando Niembro (Barcelona, Grijalbo-Mondadori, 1995).

Scarsamente reperibile. Questo libro perora la causa innocentista nei riguardi dell’idolo del calcio argentino ed espone la teoria della cospirazione vedendo la stessa FIFA (l’organo mondiale del calcio) coinvolta nell’incentivare la presenza di Maradona al mondiale americano del 1994 per sfruttarne la grande popolarità, ma poi lesta ad invalidarne le prestazioni alla prima occasione. Esiste anche un’edizione francese, Innocent. L’affaire Maradona (trad. “Innocente. L’affare Maradona”), sempre del 1995.

 

 

 

Cebollita Maradona, di Francisco Cornejo (Buenos Aires, Editorial Sudamericana, 2001 (1ªed. ottobre).

Piuttosto raro. Il libro è scritto dall’allenatore che guidò i primi passi del Maradona ragazzino, assai prima che la sua fama valicasse i confini nazionali e lo rendesse, con Pelè, il più grande calciatore della storia. Le cebollitas (trad. “cipolline”) erano una squadra giovanile di Buenos Aires.

 

 

 

 

 

 

 

Libri italiani

 

Maradona: l’uomo, il mito, il campione, di Guillermo Blanco (Napoli, Ediservice, 1986).

Non frequente. Libro uscito sulla scia della vittoria al Mondiale di Calcio del Messico 1986. Instant book.

 

 

 

 

 

 

 

Il mio re, di Paolo Paoletti (Napoli, Edizioni Europee, 1993 (1ª ed. novembre).

Libro molto particolare, a cominciare dell’aspetto tipografico. È una brossura con doppia copertina con alette, di cui la prima si apre sulla seconda con una silhouette che scontorna l’immagine di Diego Maradona ritratto in abito da sera con una corona imperiale sulla testa.
Il giornalista napoletano Paolo Paoletti “mixa” mito e realtà di un campione irripetibile. E ne mette in luce alcune pecche, tanto è un romanzo:

“La vittima più illustre delle bizze di Diego fu però certamente il Papa. Durante un soggiorno della sua famiglia a Napoli, Diego decise di chiedere un’udienza privata in Vaticano, e mi incaricò di parlare con i Vicari addetti a questo tipo di richieste. Mi fu facile ottenere che i signori Maradona fossero ricevuti personalmente dal Papa. Karol Wojtyla era infatti lieto di poter stringere la mano a Diego Maradona.
L’ora prevista per l’incontro era stata fissata per le nove e mezzo del mattino e non più tardi. Ricorderò sempre che il giorno della partenza per Roma si erano fatte le dieci e Diego, con tutta la sua famiglia, era ancora a Napoli, tranquillo e beato e nemmeno in procinto di varcare la soglia di casa. Non so esattamente a che ora poi partirono, quello che so è che furono comunque ricevuti e che Diego conservò gelosamente fra i suoi ricordi una fotografia che lo ritraeva all’ingresso del Vaticano in mezzo alle guardie svizzere.”

 

Disponibilità dei libri (sempre aggiornato)

 

 

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Interviste 2009-2011 Simone Berni

In the last years he has written on the matter of banned and disappeared books in Italy and worldwide. Reviewed and/or quoted by Umberto Eco (“La bustina di Minerva” on L’Espresso), Giampiero Mughini (Libero), Enrico Mannucci (Corriere della Sera), Maurizio Zuccari...

Quesito per gli appassionati di gialli e polizieschi: chi era Francesco Domati?

Da un lotto di vecchi romanzi polizieschi olandesi (anni ’40-’50) in asta su Catawiki, viene fuori un insolito personaggio denominato “bandito detective” di assonanza italiana, Francesco Domati. Di lui però non sembrerebbe esserci traccia nella produzione italiana del periodo.

“Dieci regole per falsificare libri” di Marino Massimo De Caro: il libro non esiste però c’è!

“Dieci regole per falsificare libri” di Marino Massimo De Caro: il libro non esiste. Chi agognava a una copia, si rassegni! Anche se…

Un’edizione di Italo Calvino in soli 75 esemplari numerati

“Prima che tu dica Pronto (Before you say Hello)”, di Italo Calvino (Cottondale, AL, Plain Wrapper Press, 1985). Superba edizione stampata in 75 copie firmate dall’autore e da Antonio Frasconi, La bibliofilia allo stato puro. In asta su Catawiki.

“Storie strane e terribili” di Marco Ramperti (Ceschina, 1955) quando si andava per mercatini…

ROMA (ASPETTANDO PORTA PORTESE) Domenica 21 Marzo 2021. Oggi niente mercatino a causa delle restrizioni sanitarie per la pandemia in corso. Ricordiamo volentieri un episodio passato, esattamente di due anni fa, quando su una bancarella fu avvistato “Storie strane e terribili” di Marco Ramperti (Ceschina, 1955).