"Avete fatto caso che gli unici roghi della storia riguardano libri e streghe?"

Ma poveri Baricco e Depero!

Un fulmine a ciel sereno. Il nuovo libro di Carlo Martinelli non è una novità in assoluto, ma si propone come apripista per una nuova avventura editoriale denominata POCOlibri. Il primo nato è sempre un’emozione. Una firma e una volontà che finalmente si esprimono nella carta. Il primo passo di un lungo cammino o un semplice giro dell’isolato. I propositi di un buon padre di famiglia, saggio e assennato, o i capricci di un Casanova che passa da un letto all’altro, senza trovare pace. Chissà! Solo il tempo lo dirà. Noi siamo qui al battesimo, auto-invitati, scrocconi dell’ultim’ora, ma felici del bimbo delle cui urla la casa ora si addobba.

Un orso sbrana Baricco / Un partigiano insulta Depero, di Carlo Martinelli (Senza luogo [ma Trento] POCOlibri Premiato Opificio Cartaceo Occidentale, 2020). Uscito come numero 001 della sigla di Carlo Martinelli, la quale “non è una casa editrice, piuttosto casetta, casupola, capanna… del tutto minuscola“. Il libro qui presentato è stato stampato nel mese di luglio del 2020 in 99 copie numerate (33 trentini x 3) e firmate dall’autore – e in 11 copie ad uso redazionale contrassegnate con la lettera R.

Come nasce questo libro

In principio fu Un orso sbrana Baricco, 14 racconti, edizione cartacea del 2008 (Trento, Curcu & Genovese). Nel 2013 il libro ebbe una edizione come ebook, che in questa sede non ci interessa. Poi si passa direttamente al 2020, viene aggiunto un racconto. Oltre a Baricco la raccolta è il pretesto per una carrellata cosmopolita e attentamente shakerata che ha fatto grande (o piccolo) un secolo: da Enzo Bearzot  a Stan Laurel; da Margherita Cagol a Guy Debord; da Babbo Natale a Fausto Coppi; da René Magritte a Gino Bartali.

Chi è Carlo Martinelli

Nato a Trento nel 1957, giornalista, scrittore. Per i quotidiani Alto Adige e Trentino cura le pagine dei libri, racconta storie di cultura e sport, è opinionista letto e apprezzato. Sempre dove ci sono i libri. Nella sua splendida regione non si muove foglio (di libro) che lui non sappia. Tra i suoi libri: L’immaginario della montagna nella grafica d’epoca, con Roberto Festi (Ivrea, Priuli & Verlucca, 1996); Precorrenze: poesie (Firenze, L’autore libri, 2001); Storie di pallone e bicicletta, con prefazione di Stefano Bizzotto (Trento, Curcu & Genovese, 2003); L’amore (Osnago, Pulcinoelefante, 2003); Hospite: arteficio artecontemporanea senzafissadimora, con A. M. Rita Matano (Rovereto, Nicolodi, 2004); L’in-canto della montagna: fratelli Pedrotti (Scarmagno, Priuli & Verlucca, 2007); Campo per destinazione: 70 storie dell’altro calcio, con prefazione di Stefano Bizzotto (Dolo, Incontropiede, 2014).

 

Disponibilità dei libri di Carlo Martinelli (sempre aggiornato)

 

 

Questo sito web partecipa al Programma di affiliazione eBay e potrebbe percepire benefit fornendo collegamenti ai prodotti sui siti regionali di eBay.

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

Buon pranzo, amici bibliofili! Non vi preoccupate: la Fiera non va in pausa

Amici, bibliofili, collezionisti, librai e cultori della materia-libro, andate pure in pausa pranzo, ma non vi preoccupate: noi siamo sempre qui!

Biblohaus porta per la prima volta in Italia “La città occupata” (1921) del grande scrittore belga Paul van Ostaijen

La pubblicazione dell’opera “La città occupata” di Paul van Ostaijen in prima traduzione italiana rappresenta un evento significativo nell’ambito della letteratura europea del primo Novecento. Dopo oltre cento anni dalla sua uscita (in Belgio), Biblohaus la porta in Italia.

Il primo libro (1995) di Giuseppe Conte con firma e dedica autografa

Il cacciatore di libri deve sempre stare all’erta, fiutando l’attualità. Si segnala il ritrovamento di una copia di “Matrimonio civile e teoria della simulazione”, di Giuseppe Conte (Pioda, 1995) nel giorno stesso – 31 Maggio 2018 – che il neo Presidente del Consiglio ha ricevuto l’incarico e prestato giuramento.

In asta uno dei 90 esemplari di un’edizione eccezionale di Dino Buzzati: “Vecchia auto” (1968) completamente illustrata dall’autore

Opera straordinaria, voluta ed espressamente commissionata dall’ingegner Enrico Lossa come strenna natalizia per il 1968. L’edizione è di 90 esemplari numerati, completamente illustrata da serigrafie a colori del grande scrittore, giornalista e artista Dino Buzzati. In asta su Catawiki.