"Se un libro scompare, magari vuole solo essere lasciato in pace"

 

Quando la boxe era leggenda

Quali giornalisti e cronisti si occupavano di pugilato durante il Fascismo? I nomi stavano sulle dite di una mano. Adolfo Cotronei, Marcello Gallian, Paolo Monelli, Marco Ramperti, Orio Vergani. A loro era concesso di infiorettare cronache sognanti e raccontare gesta epiche di nostri boxer connazionali che compivano imprese storiche.

E quali pugili italiani erano quelli che infiammavano la fantasia degli italiani dei primi vent’anni del secolo scorso? Uno di questi era (e fu) senz’altro il pugile alessandrino Erminio Spalla (1897-1971) per la categoria dei pesi massimi. Nel 1923, all’Arena di Milano, sconfisse il campione olandese Piet van der Veer, divenendo così il primo italiano a conquistare la cintura di campione d’Europa di pugilato.

Celebri alcune sue esibizioni d’oltreoceano, soprattutto quella del 1924 contro Gene Tunney a New York (futuro campione mondiale) e quella, nello stesso anno, a Buenos Aires contro Luis Ángel Firpo. In età matura si dedicò al cinema, dove interpretò moltissimi film, anche a carattere epico, per rinomati registi come Mario Bonnard, Dino Risi, Vittorio De Sica. Lunghissima la sua carriera cinematografica, dal 1939 al 1963, che lo vide interprete o comprimario in almeno cinquanta film. Si dedicò anche alla scultura e al canto, scoprendosi come basso.

 

I suoi libri: uno è introvabile!

Erminio Spalla fu anche scrittore, e comunque firmò in prima persona tre libri autobiografici. Il primo di questi – Per le strade del mondo: racconti ed avventure (Venezia, S. E. R., 19..) fu probabilmente pubblicato tra il 1925 e il 1928. Si tratta di una bellissima autobiografia, che si è fatta sempre più rara negli anni. Ultimamente è abbastanza quotata. Di questo libro ce n’è solo una copia pubblica presso la Biblioteca Sportiva Nazionale di Roma.

Nella vita e sul ring, con prefazione del giornalista sportivo Adolfo Cotronei (Milano, Codara, 1928) è presente in tre biblioteche nazionali: Milano, Roma Centrale e Sportiva di Roma. Negli ultimi anni poche sono le copie poste in vendita; fino a poco tempo fa la copertina era sconosciuta.

Molto raro anche Una tonnellata di pugni (Milano, La Gazzetta dello Sport, 1932), che è posseduto da cinque biblioteche; nel maggio 2018 una copia è stata venduta su Comprovendolibri a 180 €.

Commento sulla trovabilità dei libri

Un collezione che contempli tutti e tre i libri di Erminio Spalla credo non sia conosciuta. Perfino le Biblioteche Nazionali italiane vantano il possesso di uno o due libri contemporaneamente, ma non tre.

 

Disponibilità dei libri (sempre aggiornato)

 

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

“Design italiano: mobili” a cura di Enrichetta Ritter, Bruno Munari e Gillo Dorfles (1968)

Bellissimo e ormai raro libro sul design italiano curato da Enrichetta Ritter; testo introduttivo di Gillo Dorfles; impaginazione di Bruno Munari. Compresi i lavori di: Mangiarotti, Ettore Sottsas, Eugenio Gerli, Claudio Salocchi, Castiglioni, Gio Ponti, Joe Colombo, Albini, Magistretti. In asta su Catawiki.

“Corte Sconta detta Arcana”: un romanzo di Hugo Pratt in bancarella

ROMA PORTA PORTESE Domenica 19 Maggio 2019 Prima edizione (narrativa) di “Corto Maltese: Corte Sconta detta Arcana” (Einaudi, 1996) di Hugo Pratt in bancarella

…su eBay c’è “Liston: mafia e Clay” di Lamberto Artioli, raro libro di boxe

Si tratta di un instant book sul combattimento tra il giovane Cassius Clay e il grande campione Sonny Liston, match che segnò un’epoca. Libro molto raro.

“Sein Kampf”, il libro proibito di Hitler stampato in Palestina (1944)

Sein Kampf, di Stanislaw Dobrzynski (Palestina, Tel-Aviv, Jerusalem, Haaretz Press, 1944) è un libro molto raro con caricature di Hitler e valutato 4900 € da un rivenditore su Mercadolibre.

Di Gianni De Michelis di raro non c’è solo il libro sulle discoteche…

Un raro e sconosciuto libro di “avvenire politico”, con temi che quasi trent’anni dopo sono ancora caldissimi, scritto da Gianni De Michelis; sigla editoriale misteriosa…