"Avete fatto caso che gli unici roghi della storia riguardano libri e streghe?"

 

Compagno centravanti. Paolo Sollier nel Perugia, di Gianni Mura e Carlo Martinelli (Trento, POCOlibri, 2021).

 

Continua a crescere, a stupire e a divertire la più piccola casa (ops, casetta, casupola, capanna…) editrice del mondo, la POCOlibri, PremiatoOpificioCartaceoOccidentale nata dal genio creativo del giornalista e scrittore Carlo Martinelli in quel di Trento.

Dopo l’exploit iniziale con Un orso sbrana Baricco (vedi qui l’articolo sul blog) adesso siamo alle prese con un omaggio al mitico Gianni Mura (1945-2020), giornalista, scrittore (e poeta) del quale viene riproposto integralmente un articolo pubblicato a suo tempo nel numero 1268 di Epoca, in data 25 gennaio 1975, dal titolo Paolo Sollier nel Perugia.

L’articolo di Gianni Mura in questione è uno spaccato di grande giornalismo (non solo sportivo) che coinvolge un personaggio del nostro calcio non molto conosciuto dalle nuove generazioni, Paolo Sollier (classe 1948), ex calciatore ed allenatore, scrittore, ex militante di Avanguardia Operaia. La sua militanza politica, il suo impegno per il sociale e l’amore per i libri e la letteratura lo resero un personaggio singolare soprattutto negli anni ’70.

Tutti elementi, questi, che mal si sposavano con la sua professione di calciatore per un malcelato equivoco sociale che vede lo sportivo in antitesi all’intellettuale.

Ricordiamo che Sollier ebbe una carriera più che dignitosa e contribuì a portare il Perugia in serie A, massima serie nella quale l’anno successivo egli arrivò a disputare una ventina di partite. La massima notorietà la ottenne nel 1976 quando uscì il suo libro Calci e sputi e colpi di testa, di Paolo Sollier (Milano, Gammalibri, 1976), che ebbe pure una celebrata edizione tedesca.

Il n. 002 della POCOlibri è stato stampato in 44 copie numerate e 6 copie per uso redazionale contrassegnate con la lettera R. La copertina è dell’artista Pablo Echaurren.

Nella seconda parte della plaquette entra in scena Carlo Martinelli col suo articolo Compagni centravanti. Il Sessantotto nel pallone, originariamente apparso sul numero dell’11 marzo 2018 de La Domenica, supplemento culturale dei quotidiani Alto Adige e Trentino.

Perle rare, queste. Che sicuramente si faranno introvabili nel volgere di pochi anni, se non di mesi. A buon intenditore, poche parole. Anzi, POCOlibri.

Contatta direttamente l’editore per una copia

 

 

Disponibilità dei libri citati & attinenti (sempre aggiornato)

 

Calci e sputi e colpi in testa. Riflessioni autobiografiche di un calciatore per caso SOLLIER Paolo, Gammalibri, Milano, 1976

EUR 25,00
Disponibile su ABEBOOKS
Compralo Subito per soli: EUR 25,00
Compralo Subito

Questo sito web partecipa al Programma di affiliazione eBay e potrebbe percepire benefit fornendo collegamenti ai prodotti sui siti regionali di eBay.

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

“La verità sull’editoria” di Sir Stanley Unwin (Garzanti, 1958): con la rarissima sovraccoperta!

Un testo meraviglioso per chi ama i libri e il mondo dell’editoria, che aiuta nel conoscere tutti quei mestieri collegati e che oggi, nell’era dell’informatica, sono ormai dimenticati.

Su Catawiki in asta il progetto del “Lingotto” di Torino di Renzo Piano

Album con una raccolta più unica che rara di 103 eliocopie del progetto di Renzo Piano per il centro espositivo del Lingotto di Torino. Un’asta insolita, inaspettata e da non perdere.

“La Pittura arte pura” di Vasilij Kandinskij: una scoperta bibliografica

Il primo scritto di Kandinskij apparso in lingua italiana fu un breve saggio intitolato “La pittura arte pura”, dedicato all’analisi degli sviluppi dell’arte moderna. Il testo, tradotto dal tedesco, venne pubblicato nel settembre del 1914 sulla rivista “Rassegna Contemporanea”, diretta dal duca Giovanni Antonio Colonna di Cesarò. Articolo di Guido Andrea Pautasso.

Franco Vaccari. Entropico. Proposte 4

https://www.ebay.it/itm/333962178832

Quando Raffaele Pironti stampò “Detto della campagna di Igor” in russo

Il “Canto della Schiera di Igor” è un poema epico anonimo della letteratura russo-ucraina, un testo in antico slavo ben conosciuto ma controverso – interessante l’edizione che curò Leone Pacini Savoj per R. Pironti nel 1946.