"Se un libro scompare, magari vuole solo essere lasciato in pace"

 

Ma come è bello camminare sotto il sole (quando si va per libri)

di Aldo Lo Presti

 

… a Porta Portese e scovare la «Malacqua» in prima edizione! Cronache del recente passato…

 

ROMA PORTA PORTESE Domenica 30 Ottobre 2022 Se mai c’è stato un libro bramato dai bibliofili (in special modo napoletani) questo è stato la Malacqua di Nicola Pugliese, finito di stampare una prima volta il 25 giugno del 1977 presso l’Officina Grafica Artigiana U. Panelli in Torino per conto della Giulio Einaudi editore s.p.a., in anni in cui pubblicare con la casa editrice torinese aveva il sapore dolce/amaro della consacrazione.

 

 

“Dolce” e “amaro”, s’è scritto, dal momento che non sempre il mitico editore (attraverso la mediazione dei suoi consulenti editoriali) corrispose in pieno alle aspettative dei suoi autori, come nel caso di Dolores Prato, la scrittrice del meraviglioso Le campane a San Giocondo, che nel 1980 si vide ridurre il suo Giù la piazza non c’è nessuno dalle originarie 1500 cartelle a sole 300 pagine!

Similmente accadde a Pugliese, che non volle apportare tutte le modifiche che Italo Calvino (non certo un editor qualsiasi!) andava suggerendogli, e così facendo scontentando entrambi.

Non a caso la Malacqua non andò oltre una seconda edizione nel 1978 (come n. 203 dei Nuovi Coralli, con copertina illustrata), una seconda edizione non presente nel catalogo generale Einaudi edito nel 1983, rendendo questo libro molto raro, a tal punto che sono circolate a lungo delle fotocopie pur di accontentare quanti si son trovati nella condizione di desiderane leggere la storia.

Il caso ha voluto che noi lo si comprasse – ad 1,50 € – in una domenica non piovosa a Porta Portese, senz’altra motivazione che la sua “particolarità” editoriale, al tempo, cioè, che si stava preparando una chiacchierata bibliofila dedicata alla storia dell’Einaudi in quel di Orvy: il libretto, infatti, non ha nessun numero ordinario al dorso o all’interno, così come è mancante dell’indicazione, consueta, della collana d’appartenenza, ovvero i Nuovi Coralli, così come manca di un’immagine di copertina, presente, come detto, nella seconda edizione.

Insomma, all’epoca del felicissimo ritrovamento lo lasciammo all’intonsità delle sue pagine, bastandoci studiarne le caratteristiche fisiche, e così ancora oggi, aspettando di rintracciare una copia tonsa per leggerlo!

D’altra parte, se certi libri diventano rari, forse un poco se lo meritano, nascondendo una ragione di fallibilità letteraria nei loro piombi. A volte caricati a salve.

E ci piace molto pubblicare sul blog questo post, dal momento che il romanzo ha un inizio che sembra fatto apposta per trovare simili attenzioni: “Alle 7 del mattino del 23 ottobre, che era il giorno dopo…”.

 

Qualche suo libro da comprare?

Come forse si sarà capito, in rete c’è poco o nulla di Nicola Pugliese. L’unica cosa che fa sperare è che essendo poco conosciuto dai venditori – almeno fino ad ora – qualche edizione dei suoi libri possa di nuovo sfuggire all’attenzione.

 

 

Situazione delle disponibilità (sempre aggiornata)

 

 

Su COMPROVENDOLIBRI

 

 

 

Altri articoli sui libri di Nicola Pugliese

Una copia di “Malacqua” di Nicola Pugliese in asta su eBay

Venduta su eBay “La nave nera” di Nicola Pugliese, il Salinger di Avella

Tag

Aste

sempre aggiornate

Tolkien

Harry Potter

stephen king

Dracula

R. R. Martin

Futurismo

BIBLIOFILIA

Occasioni

In Scadenza

Altri articoli sul Blog

“Adolphe” di Benjamin Constant nell’edizione unica tradotta da Oreste del Buono e pubblicata da Erich Linder (1968)

Adolphe è un romanzo scritto da Benjamin Constant nel 1816. L’autore finge che sia ritrovato in un albergo di Cosenza tra le carte di uno sconosciuto e dice che vuole pubblicarlo per indicare come i percorsi tragici della vita possano portare ad inaridire il cuore.

“La nuova guida del magnetizzatore” di Palazzi & D’Amico venduto a 27 €

Raro manuale di tecniche di magnetismo, per addormentare le persone (Napoli, Chiurazzi, 1933) – in asta su eBay (chiusa a 27,92 €)

Corrado Alvaro è solo la ‘porta’ che si apre in una dimensione fatta di ricordi e suggestioni

Cari amici del cacciatore di libri, bibliofili, collezionisti, librai e amanti del pianeta-libro, nonché estimatori di Corrado Alvaro, vi rendo partecipi della mia gioia per la mia ultima e preziosa conquista “alvariana”. Articolo di Pino Colosimo.